Pipindun e Ove (Peperoni e Uova)

Tutta la mia “aBBruzzesità” viene fuori con questa ricetta: Pipindun e Ove (Peperoni e Uova). In realtà le mie origini erano già svelate con le ricette dei Fiadoni Abruzzesi, del Parrozzo, della  Zucca e Fagioli all’Abruzzese

…è lo street food del Contadino Abruzzese… il classico “sdijun” (termine abruzzese a significare il “rompere il digiuno”) di metà mattina nei campi, semplice, povero ma ricco di energia… Personalmente credo che sia meglio mangiato freddo o al massimo tiepido piuttosto che caldo.

Trattandosi di un piatto tipico della tradizione, della ricetta dei Pipindun e Ove, ne esistono infinite varianti. Di base credo che, essendo una ricetta povera, gli ingredientti siano solo Pipindun e Ove, al massimo con l’aggiunta di un po di cipolla. Consultandomi sul web ho visto che qualche blog aggiunge pecorino o parmigiano alle uova… sicuramente più saporito ma meno vicina alla ricetta tradizionale.

Per dare un tocco variopinto consiglio di prendere peperoni di vari colori, possibilmente i friggitelli o i cornetti. L’abbinamento classico non può che essere con due fette di pane casereccio e del Montepulciano d’Abruzzo schietto e sincero…

Buon Appetito!!!

Ingredienti per 6 persone:
800 gr. Peperoni;
1/2 Cipolla (opzionale);
4 uova medie;
Olio Evo, Sale

Pipindun e OvePipindun e Ove

Preparazione:
Pulite i peperoni, lavateli e tagliateli a listarelle sottili. Scaldate l’olio in una padella e fateci rosolare la cipolla con i peperoni. Fate cuocere a fuoco vivo mescolando spesso. Se necessario aggiungete mezzo bicchiere d’acqua o di vino bianco.

Nel frattempo rompete le uova in un recipiente e sbattetele con un pizzico di sale.

Quando i peperoni sono pronti, aggiungete le uova e fatele cucinare e rassodare un po senza toccarle. Regolate di sale. Quando le uova sono completamente cotte, il piatto è pronto

Sommario
recipe image
Nome Ricetta
Pipindun e Ove
Pubblicata il
Tempo Preparazione
Tempo Cottura
Tempo Totale
Media Voti
3.51star1star1star1stargray Based on 3 Review(s)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *